Norme per la candidatura al Consiglio Direttivo

  1. In prossimità della scadenza del Consiglio Direttivo in carica, il Presidente, con lettera a tutti gli aventi diritto, indice le votazioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo venti giorni prima dell’Assemblea annuale.
  2. Entro dieci giorni dall’indizione, i soci aspiranti a farsi eleggere nel nuovo Consiglio Direttivo devono comunicare al Presidente la propria candidatura.
  3. Dei 10 posti da eleggere nel Direttivo, 6 sono riservati ai soci accademici strutturati (leggasi:  ordinari, associati, ricercatori A/B), 2 ai soci non strutturati (leggasi: studenti, dottorandi, borsisti, assegnisti), 2 ai soci non accademici (leggasi professionisti, consulenti, free lance, docenti a contratto).
  4. I soci intenzionati a candidarsi devono essere regolarmente iscritti da almeno due anni consecutivi all’Associazione.
  5. Una volta ricevute le candidature, il Presidente le formalizza pubblicando l’elenco dei candidati, che sarà presentato all’Assemblea per la votazione.

Norme per la votazione

  1. La scheda elettorale reca i nomi dei candidati riportati nell’elenco pubblicato dal Presidente e distinti per categoria.
  2. In sede di votazione durante l’Assemblea, tutti i soci in regola con il pagamento della quota dell’anno solare in corso possono esprimere sulla scheda un numero di preferenze per i candidati relativi alla propria area di riferimento, così suddiviso:
    • un massimo di 3, per i soci accademici strutturati
    • un massimo di 2 per i soci accademici non strutturati
    • un massimo di 2, per i soci non accademici
  1. In caso di impossibilità a partecipare all’Assemblea, i soci assenti possono delegare un altro socio a votare in loro vece, esplicitando questa delega con mail a presidente@compol.it, entro 24 h prima dell’inizio delle votazioni. Il numero di deleghe di cui un socio può farsi portatore non può essere superiore a tre.
  2. Risultano eletti i candidati che ottengono il maggior numero di preferenze, all’interno di ciascuna categoria.
  3. In caso di parità di voti, all’interno delle categorie, vale il criterio, nell’ordine: donna, più giovane d’età.

Norme per l’elezione del Presidente e del Vice-Presidente

  1. Il Consiglio Direttivo, nella composizione uscita dal voto, allargata ai Consiglieri soci fondatori e al Direttore della rivista ComPol, si insedia sotto la presidenza del Decano, cioè il consigliere più anziano d’età.
  2. Il Decano convoca la riunione per la votazione per la carica di Presidente e di Vice-Presidente.
  3. I consiglieri apporranno due nomi: uno per carica.
  4. Risultano eletti i due nomi che, nelle rispettive cariche, ottengono la maggioranza semplice.
  5. In caso di parità, si procederà ad un ballottaggio tra i primi ex-equo.
  6. Tesoriere e Segretario, non essendo necessaria la loro appartenenza dal Consiglio, vengono scelti dal Presidente, sentiti Vice-Presidente e consiglieri.

 

Testo approvato all’unanimità dal Consiglio Direttivo in data 22 Novembre 2019