La comunicazione politica in Europa: tra populismi e antipolitica

Schermata 07-2456856 alle 12.39.42

La campagna elettorale 2014 per l’elezione del Parlamento Europeo ha evidenziato l’esistenza di forti sentimenti anti-Europa e anti-Euro presenti in molti paesi dell’UE. Da una parte nuovi movimenti e nuovi leader sono sorti sull’onda delle tensioni legate alla crisi economica e alle politiche di austerità adottate dall’Europa, contribuendo a soffiare sul fuoco delle tensioni e ad alimentare le proteste ormai in corso da anni. Dall’altra emerge il tentativo di arginare l’astensionismo e di contrastare il messaggio populista ad opera della stessa Unione – impegnata in un programma di mobilitazione al voto – e dei partiti tradizionali.
Questi ultimi hanno realizzato campagne elettorali centrate sull’elettore e costruite, contestualmente, attorno ai candidati alla presidenza della Commissione. Dal punto di vista delle strategie e dei linguaggi della comunicazione politico-elettorale, molti soggetti della campagna si sono distinti per accenti propagandistici di natura populista, a volte con sfumature nazionalistiche e in vari casi con esplicite posizioni xenofobe, coperte specialmente dai media mainstream e, per la prima volta, rilanciate in modo massiccio anche dai social network.
Il Convegno vuole analizzare e discutere tre principali set di questioni:

  • come e quanto partiti, movimenti, leader e candidati hanno cavalcato nei loro messaggi il malcontento, l’antipolitica e l’antieuropeismo che da anni caratterizzano – con intensità oggettivamente diverse da paese a paese – la comunicazione politica in Europa;
  • quale ruolo hanno giocato in questo processo i vecchi e i nuovi media, fornendo una cassa di risonanza all’accendersi del dibattito antieuropeo e alimentandolo con le proprie logiche;
  • quali dinamiche d’opinione sono emerse nella fase di pre/campagna e di campagna e quali nessi possano essere individuati con l’offerta mediale e politica e con il voto.

Gli abstract, di lunghezza non superiore alle 500 parole, devono essere inviati all’indirizzo mail assocompol@ngi.it entro il 10 Agosto 2014.
Il risultato della review sarà comunicato entro il 30 Settembre.
Scadenza dell’iscrizione al Convegno: 16 Novembre.
Invio dei paper: entro il 30 Novembre.

Comitato Organizzatore:
Prof. Gianpietro Mazzoleni, Presidente dell’Associazione Italiana di Comunicazione Politica, Ordinario di Comunicazione Politica,
Università degli Studi di Milano.
Prof. Franca Roncarolo, Direttore di ComPol e Ordinario di Scienza Politica, Università degli studi di Torino.
Prof. Rossana Sampugnaro, Professore Aggregato e Ricercatore in Sociologia Politica, Università degli Studi di Catania.

Informazioni sulla Conferenza saranno presto disponibili su http://www.dsps.unict.it

Convegno annuale di AICP-Call 8 Luglio/Call for papers AICP ver 8 Luglio

  • Lo Tsunami tour

    Lo Tsunami tour

    Il successo riscosso dal Movimento 5 stelle alle ultime elezioni politiche è frutto di vari fattori. Fra questi, va inclusa una efficace campagna elettorale, che ha avuto nello Tsunami tour il suo momento di maggiore visibilità. La doppia natura comizio-spettacolo del tour …

  • Cevipof.com

    Cevipof.com

    Elections 2012 è il titolo dello spazio on line dedicato alle presidenziali francesi del Cevipof, il Centre de Recherches Politique dell’Istituto di Scienze Politiche di Parigi (Sciences-Po). Il Cevipof è uno dei più importanti centri di ricerca sulla …

  • The Washington Post

    The Washington Post

    Il Washington Post è una delle fonti giornalistiche più autorevoli al mondo. La sua versione in digitale è stata lanciata nel 1996 quando l’allora presidente Bill Clinton si apprestava a ricandidarsi alla Casa Bianca. È …

  • Politico.com

    Politico.com

    Fondato nel 2007, in pochi mesi Politico.com ha attratto talenti da grandi testate come The New York Times, The Wall Street Journal e la rivista Time. Anche Politico ha vinto, con il vignettista Matt Wuerker, un Premio Pulitzer …

  • The Huffington Post

    The Huffington Post

    Fondato nel 2005 da Arianna Huffington, Kenneth Lerer e Jonah Peretti è, in pochi anni, diventato uno degli aggregatori di notizie online più visitato al mondo. Da Barack Obama a Hillary Clinton, in questi anni l’Huffington Post …